Eurostoxx future per il day trading, uno strumento che molti traders, anzi moltissimi, conoscono, soprattutto dopo la grande volatilità che ha interessato il future dax.

Parliamoci chiaro, per anni ho trattato sia in modo discrezionale, che attraverso trading system, tutti i principali futures internazionali, arrivando ad osservare un progressivo degrado in termini di liquidità e di trattabilità nel day trading discrezionale, di alcuni strumenti.

Tra questi si piazza, con onore, il future Eurostoxx, strumento sempre più caratterizzato da movimenti non congrui e non adatti alla speculazione di breve periodo, vedi scalpers e day traders in genere.

So che diversi lettori del blog operativo di Quantirica Algorithmic Trading sono contrariati nel leggere questo, ma alla fine, se ci si ferma a riflettere, è così.

Quando uno strumento comincia ad essere sempre più interessato da forti movimenti non direzionali, imprevedibili, un po’ come se fosse il dax oppure il petrolio, beh allora quel mercato diventa pericoloso, sia per il trader agli inizi, che per il trader più esperto.

Tra i fattosi che mi portano a questa riflessione / conclusione, l’impossibilità di definire, in modo corretto, i principali parametri di rischio è, senza dubbio, il più importante.

Nel trading discrezionale, è fondamentale identificare il setup e gestire l’ingresso e le uscite in modo corretto, posizionando lo stoploss ed il profit target in maniera oggettiva ed in modo da avere un corretto e favorevole rapporto tra rischio e rendimento.

Identificato il setup e valutata la fattibilità, si passa alla gestione della position sizing e si entra nel mercato.

Pochi passaggi, essenziali, importantissimi, che sono sempre più difficili da identificare su uno strumento come Eurostoxx, e la colpa non è delle macchinette o dei modelli automatici, semplicemente i componenti del sottostante sono sempre più sotto pressione e sempre meno direzionali.

Allora la domanda è semplice, quali sono gli strumenti più coerenti da trattare?

Non esiste una regola specifica, la sola cosa che, ogni trader deve riuscire ad imporsi è quella di spostatesi da uno strumento all’altro, da un mercato all’altro, quando si pone l’occasione e, soprattutto, senza rimpianto o affezione.

Diversa è la situazione dei traders algoritmici che, sfruttano continuamente lo stesso setup di ingresso e di uscita, senza interessarsi dello strumento o del sottostante, semplicemente trattano.

Ovviamente continuano ad essere profittevoli solamente se inseriti in un contesto di portafoglio, necessario ad eliminare o limitare le oscillazioni dei profitti.

In questo articolo di trading non ho volutamente messo grafici o immagini, il movimento intraday del future eurostoxx è talmente brutto che non merita di essere in primo piano.